Comprendere i colori usati per gli URL

Nelle viste di sessione Visual SEO Studio spesso usa dei colori per dare evidenza a casi speciali. Ma cosa significano veramente quei colori? Apprendilo qui.

Il programma dà evidenza visiva a certe condizioni della pagina colorando l'URL con un colore distintivo.
Il modo più semplice per comprendere di che caso si tratta è consultare la legenda dei colori:


Video: come visualizzare la legenda dei colori

Cliccando sul link Legenda, questa apparirà:

La legenda di colori e simboli
La legenda di colori e simboli

Di seguito una spiegazione di tutte le voci nella legenda:

La legenda colori spiegata
robots.txtIl file robots.txt è mostrato con un simbolo dedicato.
Pagina HTMLRappresentazione predefinita di pagine HTML, con colore neutrale.
AvvertimentoUn "Avvertimento" in Visual SEO Studio non è necessariamente un errore. È qualcosa potresti voler controllare per vedere se è intenzionale.
Un caso tipico d'uso è per gli URL redirezionati. Spesso indicano un che un link dovrebbe essere aggiornato.
Troverai gli stessi elementi raggruppati nel pannello "Anomalie HTTP" in basso.
ErroreNelle viste di sessione indicano normalmente un codice di stato HTTP 4xx o 5xx, o un errore di protocollo.
Troverai gli stessi elementi raggruppati nel pannello "Anomalie HTTP" in basso
URL non canonicoQuando un nodo o una riga rappresentante una pagina è colorato in verde, significa che il suo URL è canonicalizzato, ossia che la pagina ha un tag link canonical che punta a un URL diverso da quello esplorato.
Significa che la pagina non sarà indicizzata (e che l'URL puntato dal tag canonical dovrebbe essere indicizzato in sua vece).
Un URL non canonico non è una condizione di errore, ma siccome è così comune vedere una canonicalizzazione degli URL errata, è meglio permettere all'utente di individuarli a colpo d'occhio.
Nota: La fnzione Suggerimenti URL ti fornisce una cassetta degli attrezzi completa per diagnosticare problemi di canonicalizzazione degli URL.
Pagina noindexSono apgine marcate come "noindex" tramite un meta tag robots, o tramite l'equivalente header HTTP X-Robots-Tag.
Una pagina "noindex" non apparirà nelle SERP dei motori di ricerca.
Elemento non visitatoQuando lo spider rileva degli URL ma non li esplora per qualche ragione (per esempio perché sono bloccati tramite file robots.txt), il programma ne mostra gli URL in grigio.
Troverai gli stessi elementi raggruppati nel pannello "Elementi non visitati" in basso.

Ti abituerai presto alle convenzioni e non dovrai consultare spesso questa pagina, ma stai tranquillo, la Legenda è sempre lì a distanza di un clic!